Alla c.a.: Presidente del Consiglio
del Comune di Trecate

Sig. Sindaco
del Comune di Trecate

e p.c.: Consiglieri Comunali
di Trecate

MOZIONE

Oggetto: impegno al rispetto del patto di stabilità

I sottoscritti Consiglieri Comunali di Trecate Andrea Crivelli, Federico Binatti, Tiziano Casellino

Ritenute

  • condivisibili le dichiarazioni a più riprese espresse dai vertici ANCI in merito al patto di stabilità, delle quali sono esemplari le parole del Presidente di ANCI Graziano Delrio, Sindaco di Reggio Emilia: “Se si vuole ripartire dalla crescita, il governo ci deve ascoltare, bisogna partire dalla revisione delle regole del patto di stabilità perché si tratta di regole tutte italiane”, o quelle del Presidente del Consiglio Nazionale di ANCI Gianni Alemanno, Sindaco di Roma: “Dietro queste fredde cifre c’e’ il dramma che viviamo in tutta Italia. Pagamenti che non vengono fatti, imprenditori che pagano tutte le tasse ma che poi si vedono negati i pagamenti da parte della P.A. noi diciamo loro che ci sono vincoli di legge e che non è colpa nostra ma non e’ possibile stupirsi degli stati di disperazione che si generano per una situazione insostenibile”; (http://www.portalewebifel.it/Aree-Tematiche/Contabilita-e-Patto-di-Stabilita/Patto-di-Stabilita/Primo-piano/Patto-stabilita-citta-metropolitane-Anci-modificarlo-per-rilancio-crescita)

Richiamata

  • la deliberazione di Giunta Comunale n. 139 del 24 luglio u.s. avente oggetto“Approvazione misure organizzative e funzionali ai fini del rispetto del patto di stabilità 2012”, la cui parte deliberativa è finalizzata al primario obiettivo di rispettare il patto di stabilità per l’anno corrente;

Ritenuto dunque

  • condivisibile l’obiettivo “di perseguire il rispetto del patto di stabilità 2012 e quindi la strada adottata negli anni passati in quanto il Comune, pur in presenza di una normativa altamente penalizzante non solo per l’economia trecatese ma per il sistema economico nazionale, non può disattenderla ma deve mettere in atto tutte le misure necessarie finalizzate al rispetto della stessa”;

Visti

  • con preoccupazione i pareri in ordine alla regolarità contabile 37/2012 e 39/2012 della Responsabile del Settore Ragioneria/Economato/Tributi, datati 16 Luglio u.s. e relativi alle DGC 135 e 136, di cui si riporta uno stralcio per opportuna conoscenza:
    • parere 39/2012: “In merito alla proposta di deliberazione di Giunta Comunale si esprime parere, in ordine alla regolarità contabile, non favorevole. La spesa prevista per la fornitura di cui all’oggetto è stata prevista nel bilancio di previsione 2012, ma attualmente non vi sono entrate accertate sufficienti al suo finanziamento e il programma dei pagamenti conseguente non è compatibile con la normativa vigente relativa al patto di stabilità”;
    • parere 37/2012: “In merito alla suddetta proposta di deliberazione di Giunta Comunale si esprime parere, in ordine alla regolarità contabile, non favorevole. La spesa prevista per la fornitura di cui all’oggetto è stata prevista nel bilancio di previsione 2012, ma attualmente non vi sono entrate accertate sufficienti al suo finanziamento e il programma dei pagamenti conseguente non è compatibile con la normativa vigente relativa al patto di stabilità”;

Considerato che

  • gli atti sopra citati sono di successivi di circa un mese all’approvazione del bilancio di previsione 2012 da parte della maggioranza di questo Consiglio Comunale, durante la cui discussione tuttavia non erano state espresse criticità tali da far supporre un concreto rischio di sforamento del patto di stabilità per l’anno corrente;
  • che anzi il Consigliere delegato al Bilancio si esprimeva come seguente durante il Consiglio Comunale del 28 Ottobre 2011: “Io credo di non avere mai detto in una occasione che ci fossero stati dei dissesti  finanziari, l’ha detto qualcun altro e non era vero, e non era vero perché il Comune di Trecate ha sempre avuto una situazione solida, un bilancio solidissimo, il dissesto finanziario non l’ho mai invocato io”;

Richiamata altresì

  • l’interrogazione a firma dei Consiglieri Comunali di Trecate Andrea Crivelli, Federico Binatti, Giorgio Capoccia e Tiziano Casellino avente oggetto “Rischio di sforamento del patto di stabilità nell’anno 2012” protocollata in data 28 Agosto u.s., nella quale si ribadiva che il rispetto del patto di stabilità – nonostante i suoi stringenti vincoli siano reputati eccessivi da moltissimi amministratori comunali, indipendentemente dalla propria appartenenza politica – è da considerarsi obiettivo prioritario per il nostro Comune” e si chiedeva pertanto a codesta Amministrazione di riferire in merito all’esistenza di “concreti rischi di sforare il patto di stabilità nell’anno in corso”;

Considerato inoltre che

  • al Consiglio Comunale spetta la competenza in materia di bilancio;

il Consiglio Comunale di Trecate

  • condivide con la Giunta Comunale quale proprio primario obiettivo “di perseguire il rispetto del patto di stabilità 2012 e quindi la strada adottata negli anni passati in quanto il Comune, pur in presenza di una normativa altamente penalizzante non solo per l’economia trecatese ma per il sistema economico nazionale, non può disattenderla ma deve mettere in atto tutte le misure necessarie finalizzate al rispetto della stessa”;

il Consiglio Comunale di Trecate

IMPEGNA IL SINDACO E LA GIUNTA

  • a procedere a tutti gli atti amministrativi ritenuti necessari per il rispetto del patto di stabilità, auspicando la massima condivisione fra tutti i Gruppi rappresentati entro il Consiglio Comunale.

Con la presente si chiede di inserire tale mozione nell’ordine del giorno del prossimo Consiglio Comunale.

Trecate, 4 Settembre 2012

i Consiglieri
Andrea Crivelli – Federico Binatti
Giorgio Capoccia – Tiziano Casellino

Tagged with: