IMG-20171020-WA0000 (foto bagnati)

Il Consiglio provinciale ha approvato all’unanimità la proposta di Lega Nord, Fratelli d’Italia e Forza Italia per tutelare e promuovere il riso italiano. L’assemblea di Palazzo Natta, infatti, ha espresso con i voti di tutti i consiglieri presenti la volontà di difendere, tutelare e promuovere il riso italiano in tutte le sedi istituzionali.

Non dimentichiamo che ad oggi il novarese ed il vercellese sono i capisaldi della produzione italiana di riso: il 90 % del riso italiano viene dalle nostre risaie. È, dunque, prioritario per il territorio novarese che la Provincia si faccia portavoce della tutela delle produzioni di riso del nostro territorio, una vera e propria eccellenza dell’agricoltura italiana. Le piccole aziende agricole del territorio debbono poter essere riconosciute dal marchio “coltivato e lavorato in Italia” e tutelate maggiormente in un momento storico in cui l’Europa ha spalancato i nostri mercati all’importazione di riso straniero: alla base della richiesta di limitare i quantitativi importati non vi è solamente la difesa della filiera nazionale, ma anche ragioni etiche e di tutela dei consumatori

«Un particolare ringraziamento – precisa il Consigliere provinciale Andrea Crivelli va all’europarlamentare piemontese Alberto Cirio, da sempre molto vicino al nostro territorio, che ha portato avanti in Piemonte e in Lombardia una mozione analoga al testo da noi discusso a Palazzo Natta; la mozione è stata approvata da oltre 250 Comuni ad alta intensità di produzione risicola, tra cui anche Trecate: basta importazioni a dazio zero dai paesi extraeuropei. Gli agricoltori del nostro territorio sappiano che noi siamo in prima linea al loro fianco per la tutela del loro prodotto, la cui qualità è superiore al riso straniero».

Tagged with: